Livorno

Trama Episodio

"A tutti voi, mercanti di qualsivoglia nazione, concediamo reale, libero e amplissimo salvacondotto e libera facoltà e licenza nella città di Pisa e terra di Livorno". Con queste parole si aprono i "Privilegi delle Livornine", le leggi liberali e tolleranti del 1593 con cui il Granduca di Firenze trasforma in breve tempo il piccolo Porto di Livorno in uno dei centri commerciali più floridi e popolosi di tutto il Mediterraneo. Ad attirare mercanti e stranieri da ogni luogo del mondo Sono la comodità dei suoi canali artificiali, le franchigie doganali concesse dal sovrano e soprattutto la libertà di religione di cui godevano le minoranze. "Mare Nostrum", il doc di Tommaso Franchini, con la regia di Matteo Bardelli sbarca nella piccola cittadina toscana dove tra le chiese rinascimentali e lungo canali d'attracco si nascondono ancora le tracce del glorioso passato cosmopolita e il ricordo del ricco emporio affacciato sul Tirreno. In primo piano l'origine e l'evoluzione della città labronica e dei suoi commerci d'oltremare, i luoghi di culto delle religioni perseguitate e i quartieri sospesi sull'acqua dove alloggiavano i più ricchi mercanti stranieri. Si ripercorrono, inoltre, ascesa e declino della "Città delle Nazioni", il suo recente passato industriale e il nuovo porto commerciale, e infine entreremo anche dentro la prestigiosa scuola della Marina Militare, l'Accademia Navale che a distanza di secoli è il luogo che riesce a conservare meglio lo spirito più antico della città, fatto di arte della navigazione e ospitalità internazionale.